Home / Adulti / Bertilla Antoniazzi: messa con il vescovo Beniamino Pizziol

Bertilla Antoniazzi: messa con il vescovo Beniamino Pizziol

Bertilla Antoniazzi: messa con il vescovo Beniamino Pizziol

Il  25 marzo 2015 alle 19, in Cattedrale, il Vescovo Beniamino Pizziol celebrerà la Santa Messa in occasione della festa dell’Annunciazione e chiuderà formalmente la fase diocesana del processo di canonizzazione di Bertilla Antoniazzi,  con la consegna dei documenti che verranno trasmessi al Vaticano, alla Congregazione delle Cause dei Santi per i passi successivi stabiliti dalla Chiesa. Il primo è l’attribuzione del titolo di “venerabile”.

L’8 febbraio 2014, il Vescovo di Vicenza aveva aperto il processo per riconoscere la santità della giovane vicentina socia dell’Azione cattolica diocesana.
Originaria di San Pietro Mussolino, morta non ancora ventenne il 22 ottobre 1964 all’ospedale di Vicenza, ha sofferto fin dall’età di 8 anni di una grave patologia, la endocardite reumatica, malattia che la costringe a numerosi ricoveri in ospedale. Bertilla seppe affrontare ogni suo dolore con il sorriso sulle labbra, avendo il coraggio di offrire la sua malattia al Signore, così da trasformare il suo capezzale in una scuola di speranza per le compagne di ricovero, i medici e le infermiere.

Iscritta all’Azione Cattolica, all’Unitalsi e al Centro Volontari della Sofferenza, capì che il suo posto nella Chiesa era quello di vivere cristianamente la sua condizione di ammalata.

La causa di canonizzazione della Serva di Dio, è presentata dal Postulatore, mons. Giandomenico Tamiozzo, a nome dell’Associazione “Amici di Bertilla” .

Scroll To Top