Home / Coordinamento / Hit Show 2016: le domande restano aperte

Hit Show 2016: le domande restano aperte

Hit Show 2016: le domande restano aperte

Si è conclusa nei giorni scorsi Hit Show 2016, la fiera dedicata alla caccia, alla difesa personale e al tiro sportivo. Una manifestazione ospitata alla Fiera di Vicenza che ha registrato un grande successo di pubblico (36mila visitatori in tre giorni).

Se la mostra si è chiusa, però, le domande sono rimaste aperte.

In occasione della manifestazione la Commissione per la pastorale sociale e del lavoro ha diffuso una lettera aperta, sottoscritta anche dall’Azione Cattolica Vicentina. Perché una Fiera delle armi del genere, nel nostro territorio, deve farci riflettere.

Lettera a aperta

Il 13-15 febbraio si è svolta alla Fiera di Vicenza la mostra “HIT SHOW 2016”, che ha esposto armi per attività sportive e per difesa personale.

Sentiamo il dovere di riflettere su alcuni aspetti:

  • una mostra di questo tipo, promuovendo una serie di sport e “giochi di guerra” di fatto finisce per ingenerare confusione rischiando di legittimare una cultura della violenza
  • la mostra non è riservata solo a chi opera nel settore, ma è aperta a quanti la vorranno visitare;
  • quello che ci preoccupa è che la mostra sarà aperta anche ai minori, seppure “accompagnati”;
  • sembra prevalere una logica di mercato che giustifica il business senza alcuna preoccupazione etica. “I minori di oggi sono potenziali acquirenti di domani”: questo insegnano le regole delle pubblicità.

Come cittadini, genitori, educatori ci chiediamo:

  • è questo che vogliamo proporre alle future generazioni?
  • vogliamo davvero formare i nostri ragazzi proponendo loro un’identità che vede il possesso di un’arma come forma di sicurezza e di difesa?

Noi crediamo all’importanza di educare ad una “vita buona” e alla nonviolenza, ad una vita che punti sulla relazione positiva con l’altro.

Questa rassegna HIT (HUNTING & TARGET SPORTS INDIVIDUAL PROTECTION) potrebbe essere un’occasione per riflettere sul tipo di società che vogliamo costruire e sui valori che dobbiamo affermare.

Pensiamo ad una città in cui i conflitti vengono risolti pacificamente, col dialogo, le relazioni costruttive, l’apertura verso l’altro, che non va mai visto come un nemico. Operare e sognare un mondo, dove ognuno si senta a casa propria!

Commissione Diocesana per la Pastorale Sociale: Lavoro, Giustizia, Pace, Custodia del Creato- Associazione Spazio Aperto – Associazione Ossidiana, Centro Culturale e di Espressione – CGIL Vicenza- Circolo LEGAMBIENTE Vicenza – Associazione Civica Vicenza Capoluogo – Associazione Presenza Donna – Movimento Nonviolento – Coordinamento Comitati cittadini – Casa per la Pace – Gruppo Sud/Nord Araceli- M.I.R/IFOR Nazionale e di Vicenza – Azione Cattolica Vicentina –

La “Commissione Diocesana per la Pastorale Sociale: lavoro, giustizia, pace, custodia del creato” ha condiviso coni gruppi e le associazioni firmatarie la lettera/appello che alleghiamo per stimolare una riflessione sull’impatto educativo che potrebbe avere la prossima manifestazione fieristica “HIT SHOW 2016” che esporrà armi per attività sportive e per difesa personale.

Ci auguriamo che sia un’occasione per riflettere sull’argomento e diffonderlo, al fine di creare una condivisione di idee e valori positivi per una società nonviolenta.

Scroll To Top